How To Make Music For Media…

National Geographic Brand Spot

 

Ben Trovati, in questo articolo di ” How To Make Music For Media ” vi parlo della sonorizzazione dello spot brand di National Geographic.  Quando si affronta la composizione musicale per un brand come National Geographic bisogna considerare prima di tutto il tipo di comunicazione che un brand come questo impone. In questi casi molto spesso il brief suggerisce un commento musicale arioso, emotivo ma non triste, avventuroso ma non troppo epico, con un tocco di moderno. La Musica l’ho realizzata con Cubase e diverse library Kontakt. L’intro vede protagonista la voce di Clara e il fantastico True Legato di Ethera Soundscapes 2.0. Fatemi dire che questo è uno dei True Legato Solo Vocali più belli in circolazione, offre una morbidezza ed un realismo incredibile , sopratutto per fraseggi lenti ed emotivi e con un registro vocale che finalmente non è Lirico ma un giusto compromesso che ben si sposa con colonne sonore. Veramente fantastico !

Screen Shot 2018-01-04 at 10.43.16

Come da indicazioni dal regista, Il brano doveva svilupparsi in una seconda parte più piena con la presenza di un coro ( non epico )  a sottolineare un pò l’appartenenza ad un brand colletivo come National Geographic. Considerando il poco tempo che avevo era una sfida non facile, Per far questo, considerando quindi  l’impossibilità di organizzare un coro in carne ed ossa, mi sono avvalso di Ethera Soul Edition. Questa library nata per generi musicali vicini al Soul e Gospel in realtà si presta per tantissimi utilizzi. Tra le varie Patches è presente un Legato di Coro che  con qualche accorgimento è diventato perfetto per questa mia necessità.

Screen Shot 2018-01-04 at 10.44.53

Agendo sul parametro Legato Expert , sono andato a modificare alcuni settings che mi hanno permesso di plasmare il legato rendendolo idoneo all’utilizzo, ad esempio impostando un giusto tempo di XTime, paremetro che definisce la velocità di transizione delle note legate. Per rafforzare il suono ho creato 3 Layers della stessa melodia, modificando le tre parti con piccole differenze di pitch , per andare a creare un suono più corposo e con un sapore quasi di ” live “.  Ho poi condito il tutto  leggermente con il Plug in Waves Doubler.

 

Screen Shot 2018-01-04 at 10.45.01

Gli archi sono della Berlin Strings, le parti di chitarra sono sempre in Virtual Instruments  realizzate con la serie Indie fingers ,  le parti di batteria sono realizzate con la library Native Instruments Abbey Road – Modern Drummer. Sul Mercato ci sono library migliori da questo punto di vista ma non avevo a disposizione altro materiale. Devo dire però che è una library che fa sempre il suo dovere.

Screen Shot 2018-01-04 at 11.29.34.pngIl Mix realizzato piuttosto velocemente è basato per lo più su EQ native di Cubase, ho creato un buss per una compressione parallela per le parti di batteria, utilizzando il plug in Waves CLA . La serie CLA non mi fa impazzire di Waves , ma non potevo utilizzare i mie plug in preferiti di UAD e Acustica Audio.  Ad ogni modo mi è servito per dare il giusto punch  che volevo alle parti di batteria, senza perdere i transienti necessari.

Screen Shot 2018-01-04 at 11.32.52

Non è stato richiesto Sound Design quindi ho terminato con qualche veloce rifinitura sul buss stereo per un Mastering Veloce basto su SSL G Compressor per dare un pò di glue, un H-Eq con qualche piccola correzione, un emulazione Pultec che nonostante questa di  Waves non sia splendida,  svolge il suo lavoro. In particolare il Pultec ( quello vero o emulazioni ben riuscite ) mi piace particolarmente sulle frequenze alte , per aprire un pò e dare aria al suono senza rendere il tutto fastidioso. Infine ho aggiunto un L316 facendolo lavorare in attenuazione giusto qualche db. Ricordo sempre che questi sono lavori che vengono svolti tenendo sempre in mente il target finale che è la TV , diverse scelte di mix e mastering vengono prese di conseguenza.

Tempo di lavorazione circa 6 ore.
Vi lascio al video della sessione Cubase !
Advertisements